Come andare in Russia senza visto

Visto Russia - Russia senza visto
Foto: Russian visa guide

Per chi vuole andare in Russia, il visto, costoso e laborioso, è l’ostacolo più grande, ma c’è un modo per andare in Russia senza visto. 

Un modo per andare in Russia senza visto è avere un passaporto di una nazione che non richiede visto. Infatti quasi tutti i paesi dell’America latina, la Turchia e Israele, oltre agli ex paesi dell’Unione Sovietica e molti asiatici possono visitare la Russia senza sbattimenti.

visto per la russia
Le nazioni che non hanno bisogno del visto per la Russia (Foto: Wikipedia)

Ma se sei finito su questa pagina, la probabilità più alta è che tu sia un cittadino italiano con solo passaporto italiano, per cui l’unico modo per andare in Russia senza visto è quello di approfittare dello statuto speciale di San Pietroburgo e Kaliningrad.

Come andare in Russia senza visto: San Pietroburgo

La stupenda città di San Pietroburgo garantisce infatti a chiunque arrivi via mare al suo porto, 72 ore di visita, quindi 3 giorni interi, senza bisogno del visto, a patto di comprare un tour.

Attenzione però che mentre chi arriva con una normale crociera può visitare la città, ma deve tornare a dormire in nave, e spesso può farlo comprando solo un tour ufficiale offerto dalla compagnia su cui viaggia, quindi a prezzo inflazionato, solo chi arriva con la navi della St Peter’s line ha completa libertà di movimento nelle sue 72 ore di visita.

Le crociere della St Peter’s line, che costano a partire da meno di 30€ a tratta per 15 ore di viaggio incluso il letto in cabina, sono di gran lunga il modo più economico di arrivare in Russia. E forse anche il più bello.

Cosa vedere a San Pietroburgo
Il clima e il meteo a San Pietroburgo

Il visto speciale per Kaliningrado

L’enclave di Kaliningrado, conosciuta anche con il nome tedesco di Konigsberg, la città natale del filosofo Immanuel Kant affacciata sul Mar Baltico tra la Lituania e la Polonia, rilascia visti speciali di 72 ore per i cittadini europei, a patto di rimanere nell’enclave.

Dimentichiamoci però dell’imperativo categorico kantiano tradizionale. Al massimo può esserci utile la sua versione moderna (ovvero, Kanta che ti passa): per avere il visto speciale per Kaliningrado bisogna infatti fare domanda in una delle seguenti agenzie convenzionate, secondo il sito del Ministero degli Affari russi:

“Anuta” http://www.anuta.ru/
“BaltМА” http://www.baltma.ru/
“Nokturne” http://www.nocturne.ru/
“Swena tour” http://www.swena.ru/
“Universal tour” http://www.uni-tour.ru/

E purtroppo i siti di queste agenzie non sono facilmente navigabili e aggiornati. Alcuni non hanno nemmeno la versione in inglese. E queste agenzie non mettono pubblicamente i costi e i tempi, quindi dovete contattarle personalmente per avere informazioni più dettagliate.

I costi saranno probabilmente gli stessi di un visto normale, ma il posto è facilmente accessibile per un europeo ed interessante. I residenti di Kaliningrad hanno libero accesso al Nord Est della Polonia, quindi tutta l’area è piena di scambi culturali ed economici.

Visti speciali per la Russia?

Purtroppo al momento San Pietroburgo e Kaliningrado sono gli unici porti di accesso in Russia per cui è in vigore questo statuto speciale.

Non è conveniente richiedere un visto di transito per la Russia, una soluzione intermedia che aiuta a risparmiare sui costi e le lungaggini burocratiche in certi paesi, perché i costi,  i tempi del visto di transito per la Russia, e i documenti necessari, sono gli stessi di un normale visto.

2 pensieri riguardo “Come andare in Russia senza visto”

Rispondi