Cosa fare a Kazan

Cosa fare a Kazan: Cremilno, Moschea Sharif
Kazan: Moschea Kul Sharif dentro il Cremlino. Foto Pixabay

Kazan, capitale del Tatarstan, è una città nota agli appassionati di ecumenismo. E’ anche una delle città che ospiterà il mondiale di calcio in Russia nel 2018.

Cosa fare a Kazan, che per alcuni è la piccola Gerusalemme del Tatarstan? Situata sulla confluenza dei fiumi Kazanka (da qui il nome) e il più famoso Volga, Kazan è la capitale del Tatarstan, regione strategica, da sempre una delle porte degli interscambi tra Europa e Asia. Un altro soprannome di questa città è infatti la Istanbul del Nord.

Ma sarebbe ora di piantarla di compararla ad altre città, perchè Kazan è Kazan! E ke Kazan!

Il Cremlino di Kazan
Il Cremlino di Kazan. Pixabay

Cosa fare a Kazan

Una visita dovrebbe partire dallo splendido Cremlino, patrimonio Unesco dal 2000. Distrutto e ricostruito da Ivan il terribile nel 1552, che ne fece una fortezza inespugnabile. E’ un esempio unico di  sincretismo Ortodosso-Musulmano. Dove la splendida Moschea Kul Sharif è posizionata al fianco della Cattedrale dell’Annunciazione.

Di fronte al Cremlino di trova il Museo Nazionale della Repubblica del Tatarstan. Da non perdere per farsi un’idea della ricchissima storia di questa regione.

Dal Cremlino parte via Bauman, la pedonale, la strada più famosa della città. Un’altra strada da non perdere è via Kremlsevskaya, che ti porta fino alla prestigiosa Università. Su questa via si trovano alcuni degli edifici più belli della città, tra cui spicca la casa di Ushkov.

Sulla canalizzata Ulitsa Pravobulachnay, che porta verso il fiume Kazanka, ci sono i teatri e il migliore albergo della città, il Mirage Hotel.

Pixabay

Dove mangiare a Kazan

Il ristorante n1 secondo i lettori di TripAdvisor è Malabar: un ristorante indiano. Un po’ caro per cena, meglio il business lunch.

Cafè skazka

Se sei alla ricerca di locali tipici tartari, Family Cafè Skazka e  il Dom Tatarskoi Kulinarii sono due ristoranti pluri raccomandati. Entrambi localizzati in Ulitsa Bauman, la pedonale, condividono piatti tartari deliziosi, ottima varietà di cibo a prezzi competitivi.

Dobraya Stlovaya è invece una mensa self-service in stile sovietico con una buona varietà di piatti russi e centroasiatici a prezzi davvero bassi. Anch’essa in Bauman, con 3 euro si può fare un pasto completo nella strada principale di Kazan.

Priyut Kholostyaka: è la scelta per chi è alla ricerca di un locale trendy di Kazan con atmosfera giovane e bella gente.

Se si ha nostalgia della cucina italiana, più che lo storico Giuseppe, che pare non sai più gestito da Giuseppe, Piazza Fontana e La famiglia sono due buone opzioni.

Dove dormire a Kazan

Già detto del Mirage, due hotel lussuosi, ma non troppo costosi e ben conosciuti ai viaggiatori non solo russi, sono Europa Hotel e Hotel Perekstrok Jazza. 

Va detto che al momento la sistemazione preferita dai turisti è l’appartamento, per l’imbattibile qualità prezzo. Tra le offerte da 10 spiccano il Private premium apartment, il Riviera Apart e gli Apartments Nigmatulina 3. 

Infine, per i viaggiatori al risparmio, gli ostelli più popolari sono l’Hostel Zeleniy Dom  e il mitico Hostel Puskin.

Il costo della vita a Kazan

Secondo Numbeo, il costo della vita a Kazan è il 23% pìù economico rispetto a Mosca, che è la grande città più cara della Russia, esclusi gli affitti. Con questi ultimi inclusi, il divario sale al 38%. Questo perchè gli affitti sono ben più economici, il 63%.

Il potere d’acquisto rimane però superiore a Mosca, in percentuale dell’11%.

Kazan panorama
Pixabay

Libri su Kazan e il Tatarstan

Per chi vuole approfondire la storia e l’economia del Tatarstan raccomandiamo caldamente la lettura immersiva di questi tre testi in lingua inglese:

  1. Nation, Language, Islam. Tatarstan’s Sovereignty Movement (English Edition)
  2. Russia: Tatarstan Republic Regional Investment & Business Guide
  3. Of Khans and Kremlins: Tatarstan and the Future of Ethno-Federalism in Russia by Katherine E. Graney (2010-06-14)

Una risposta a “Cosa fare a Kazan”

Rispondi